Lo chef

Simone Lolli è un “enfant prodige” che per seguire la sua grande passione ha saltato a piedi pari due anni di scuola. Dopo tre anni all’Alberghiero Marco Polo, un’eccellenza ligure, i suoi professori gli hanno consigliato di mettersi alla prova con maestri di alto livello, anche per poterne “rubare” i segreti e raffinare le proprie competenze. La sua formazione è avvenuta principalmente in Liguria, poi si è perfezionato al ristorante l’Armatore di Finale Ligure con Luca Collami e con Luigi Taglienti al Lume di Milano. La sfida sarda è per Simone uno stimolo a volare sempre più in alto.

Al Fradis Minoris Simone scopre che si possono cucinare piatti straordinari con ingredienti semplici che crescono nella fattoria blu, tra laguna e mare, come muggini, palamite, barracuda, salicornia, finocchio di mare, ravastrello e asparagi selvatici. Ha imparato a seguire i loro ritmi di crescita, a capirne l’essenza e usarle nel modo migliore per una cucina che rispetta e valorizza la biodiversità marina.