Lo chef

Francesco ha avuto esperienze internazionali in quattro continenti, dall’Europa a St. Barts, da Sydney a San Paolo e poi Londra e Dubai a fianco di chef come Helena Puolakka ex-braccio destro di Pierre Kofman, 3 stelle Michelin, de La Tante Claire di Londra. Ha lavorato anche con Andrea Provenzani del ristorante Il Liberty di Milano e poi a Sydney al ristorante di Giovanni Pilu, a Dubai per Marco Pierre White prima di diventare Executive chef al ristorante di Roberto Cavalli al Fairmont Hotel. Dopo Dubai è volato a Londra al Roka, il robatayaki –giapponese, per poi diventare head chef del ristorante Salut. I suoi legami con la Sardegna sono rimasti saldi e proseguendo la filosofia di Fradis Minoris (con la supervisione dello chef Claudio Melis,1 stella Michelin a Bolzano) realizzerà piatti straordinari con ingredienti “poveri” del territorio, esclusivamente di pesce, come muggine, palamite, barracuda, e le erbe aromatiche locali, salicornia, finocchio di mare, ravastrello e asparagi selvatici. Per offrire una cucina che rispetti l’ambiente, valorizzi la biodiversità marina e le erbe della laguna. Davanti al mare cristallino della Sardegna.